NUOVA INCHIESTA DI PINO MANIACI: “A Roma è peggio che a Palermo. Ora ho davvero paura”
Pino Maniaci a SiciliaBuona

NUOVA INCHIESTA DI PINO MANIACI: “A Roma è peggio che a Palermo. Ora ho davvero paura”

SiciliaBuona torna ad intervistare PINO MANIACI, giornalista e direttore di Telejato, per parlare della sua nuova inchiesta giornalistica sulla gestione dei beni sequestrati e confiscati alle mafie.

Approfondiremo insieme l’argomento spiegando quali sono gli strumenti e le finalità della sezione misure di prevenzione e della sezione fallimentare, ma soprattutto raccontando quelle anomalie che si verificano all’interno di queste sezioni. Questa volta, però, non più solo in territorio siciliano.

La nuova inchiesta di Pino Maniaci infatti ci porta fino al Tribunale di Roma, dove sembra ripetersi un copione che ricorda molto il metodo Saguto, il cerchio magico denunciato a Palermo.

NUOVA INCHIESTA DI PINO MANIACI: “A Roma è peggio che a Palermo.
Ora ho davvero paura”

Ricordiamo che nel 2020 il Tribunale di Caltanissetta ha emesso ben 12 condanne, tra cui una condanna in primo grado a 8 anni e 6 mesi per l’ex Presidente della Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Palermo Silvana Saguto, condannata per aver gestito in modo clientelare le nomine degli amministratori giudiziari che si occupavano dei patrimoni sequestrati e confiscati alla mafia. Una vicenda venuta alla luce proprio grazie alle inchieste di Pino Maniaci denunciate in diversi servizi su Telejato Notizie.

Nel corso dell’intervista parleremo anche della legge Rognoni-La Torre, importante strumento di contrasto alle mafie, per capire meglio come sia cambiata in questi decenni e quali siano le criticità che oggi ne pregiudicano l’efficacia.

Non abbiamo più una legge equa che difende i cittadini”, dice a SiciliaBuona Pino Maniaci,”ma una legge con la quale amministratori giudiziari, giudici, periti e consulenti vanno ad abbeverarsi, ad arricchirsi su questi beni, lasciando poi le ceneri. E’ quel cerchio magico che ho denunciato a Palermo e che è stato condannato.”

Abbiamo trovato a Roma le stesse negligenze che ci sono state a Palermo. Anzi, di peggio. Ti dico con molta franchezza che adesso ho veramente paura.”

Grazie a questa nuova inchiesta giornalistica di Pino Maniaci, oggi la Procura di Perugia ha aperto un’indagine sull’operato dei magistrati di Roma.

Dunque, cosa ha scoperto Pino Maniaci a Roma? Come funziona il cerchio magico nella capitale? Cosa significa finire in un tritacarne del genere per coloro che sono definitivamente assolti dalle pesanti accuse di associazione mafiosa?

Ne parliamo con Pino Maniaci in questa nuova importante video intervista.

Lascia un commento